Convenzione e legge elettorale, nuove spine. D'Alema, subito via il Porcellum

. Politica

Se sulle tasse, a partire, dall'abolizione dell'Imu sulla prima casa e' gia' polemica all'interno della nuova maggioranza, non tanto meglio si prospetta il confronto sulle riforme ed in particolare sulla presidenza della Commissione bicamerale, che dovrebbe essere composta da 75 membri (alcuni anche esterni al Parlamemto) e dovrebbe cominciare a riscrivere le regole della politica. Berlusconi non demorde: "Se mi ci vedo bene alla giuda della Convenzione? Certo che si'. Sono sempre il piu' bravo in tutto". Parole che hanno subito scatenato reazioni di vario tipo, con la sinistra piu' radicale a gridare allo scandalo. D'Alema ha osservato: "Mi sembra una forzatura innoportuna, ma non sta a me decidere". Ed ha specificato: "Non ho detto innammissibile, ho parlato di forzatura innoportuna". Ma quello che D'Alema vorrebbe, e' abolire subito l'attuale legge elettorale, per essere pronti al voto in ogni momento. Ed anche su questo non tutti i pareri convergono. Letta nel suo discorso alla Camera non ha ben specificato l'esatto timing delle riforme, lasciando pero' intendere che forse la legge elletorale andrebbe modellata alla forma di governo che si andra' a riscrivere. "Bisogna abolire subito la legge elettorale. Dopo - ha spiegato D'Alema in un'intervista al Corriere - si potra' discutere con serenita' di tutto. E daremmo in questo modo ai cittadini la certezza che potranno comunque votare con un sistema diverso, scegliendo i proprio parlamentari". La legge elettolare e' ordinaria e non costituzionale, per cui i tempi possono essere rapidi, anche poche settimane. Ma ultimamente e' stata sempre modificata, quando c'e'ra una maggioranza omogenea in Parlamento. Una volta lo ha fatto il centrosinistra ed un'altra il centrodestra. Il vero punto, ed ora ci sono anche i grillini, e' trovare un accordo. Impresa che al momento appare difficile e che rischierebbe di incrinare quei fragili equilibri sui quali Letta spera di impostare una ripresa economica. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi