Decreto per bloccare Imu e Iva, allo studio nuova tassa "Ics"

. Politica

Il governo sta per varare un decreto legge per bloccare l'Imu, l'aumento dell'Iva e rifinanziare la Cassa integrazione, per 1,5 miliardi. Ancora qualche giorno, solo il tempo di mettere a punto il Def (Documento di economia e finanza), gia' predisposto dal precedente governo, con il consenso dell'Europa. Il governo sta anche valutando una mini riforma della legge Fornero sul lavoro, per consentire una maggiore flessibilita', pur se la cosa non piace tanto ai sindacati. Intanto Berlusconi e' nuovamente intervenuto sull'Imu: "La tassa sulla casa e' un danno per l'economia. Giusta l'ipotesi di sospensione a giugno, ma o la si elimina o il governo non avra' piu' la nostra fiducia". Che sara' abolita e' sicuro, come ben sa il Cavaliere. Ma altrettanto sicuro e' che verra' sostituita in autunno da un altra tassa sulla casa, che non e' detto che sara' meno gravosa. Dovrebbero pero' essere prevista l'esenzione per la prima casa, quasi per tutti, ad eccezione di quelle extra lusso, con una rendita catastale oltre il milione e mezzo di euro. Non dovra' pero' essere una soluzione tampone soggetta ad ogni refola di vento. Quello che vorrebbe Letta e' una tassa piu' equa, che cambi pelle e diventi un'imposta unica sulla casa, comprendendo anche la tassa sui rifiuti, e magari l'imposta di registro, sul modello tedesco. Non sara' pero' facile l'intesa tra Pd e Pdl su questa inuova imposta che potrebbe chiamarsi Ics. In gioco ci sono anche entrate importanti per i comuni.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi