Cuperlo-Epifani: corsa a due per il Pd

. Politica

"Cuperlo-Epifani: corsa a due per il Pd", titolava l'Unita', che ovviamente ben conosce tutte le complicate dinamiche interne del partito. Ma la situazione di grande tensione interna dopo il siluramento di Bersani, di fatto "abbattuto"dai 101 franche tiratori che non hanno votato per Prodi come presidente della Repubblica, non esclude soprese. Ci sono anche Errani, Chiamparino e lo stesso Barca che sono pronti a scendere in campo in caso di una situazione di impasse. Molto ruota intorno alla componente degli ex comunisti che vorrebbero un loro uomo al comando, visto anche che a presiedere il governo e' andato Letta, espressione dei post democristiani. Altro fattore importante e' Renzi, che comincia ad avere il timore di essere scalvacato da Letta nei consensi per arrivare ad avere la leadership di palazzo Chigi. Letta sta crescenda a vista d'occhio, giorno dopo giorno, nella stima di tutto il popolo moderato e potrebbe essere proprio lui il candidato ideale per guidare un prossimo governo solo di centrosinistra, ovviamente in caso di successo elettolare. Il sindaco e' molto nervoso ed ondeggia anche riguardo alla segreteria, quello che vorrebbe e' un segretario amico, che non freni la sua corsa per ottenere con le primarie la leadership come premier. L'Assemblea nazionale e' prevista per l'11 maggio. Ma se tutti i maggiorenti del partito non troverenno subito la quadra potrebbe anche slittare di qualche giorno. Per il Pd non e' il momento di dare vita pubblicamente a nuove e laceranti divisioni. Tra i piu' attivi nel preparare la nuova squadra sono D'Alema e Veltroni, che ritegono il partito come un figlio, e non vogliono abbandonnarlo al primo venuto. Nei primi giorni della settimana i big in un miniconclave vedranno come sciogliere la matassa in modo da dare il segnale per una "fumata bianca". Non secondario e' anche se il segretario sara' solo un reggente fino al prossimo Congresso o come vorrebbero in molti D'Alema compreso, un segretario a tutti gli effetti, che poi ovviamente dovra' affrontare l'esame congressuale, ma da leader del partito.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi