Via Imu: ci sara' "patrimoniale" mascherata? E Berlusconi? Tassa su sigarette elettroniche?

. Politica

Un decreto legge ponte, al prossimo Consiglio dei Ministri, per sospendere il pagamento della rata di giugno per le prime case e forse anche per i capannoni industriali ed agricoli. Il piano e' nella cartellibna che il ministro dell'Economia Saccomanni ha portato con se' in abbazia e che leggeva sul pullman, mentre Letta e Alfano litigavano o facevano finta, recitando ognuno la sua parte. Ma tant'e'. E cosi' Letta stamani mandava un tweet beneaugurante: "Ieri pioveva, stami invece c'e' il sole, e' una bella giornata". Di questi tempi bisogna sempre vedere se il tempo non rompera' e sara' anche un bel tramonto. Certo che le tasse sono un punto critico per il governo, quella sulla casa in testa. Allo studio una revisione molto ampia della tassa sulla casa, che alla fine potrebbe diventare una sorta di patrimoniale immobiliare mascherata e ben piu' salata dell'Imu.  Basta non usare questo termine con Berlusconi, alle prese con i suoi problemi giudiziari, trovandogli un nome piu' accattivante, magari nuovamente una semplice sigla. Ma di che cosa si tratta? Della stessa Imu, rivista in base al reddito e alle fasce sociali e famigliari, piu' la Tares (nuova tassa sui rifiuti, prevista dal 2014), piu', per chi affitta, la cedolare secca, piu' l'imposta di registro se si vende e quella ipotecaria e catastale. Naturalmente la tassa comprendera' solo le voci riguardanti il propietario. Ma e' difficile che al Cavaliere passi il tutto sotto il naso. Ed allora potrebbe rispoporsi un altro scontro tra Pd e Pdl, questa volta sul terreno assai spigoloso delle tasse e della manovra economica. E che per il governo valga il vecchio detto dell'avanspettacolo: "Bambole, non c'e' una lira", non c'e' dubbio. In Francia pensano a tassare lo smartphone ed i tablet ed in Italia spunta la tassa sulla sigaretta elettronica, per compensare i debiti della PA. Che fantasia... per trovare una goccia in un mare di debiti. Su questa strada chissa' quale coniglio potrebbe saltare fuori dal cilindro matto.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Commenti

0 # Stefano 2013-06-17 07:58
IMU e bollo sulle attività finanziarie sono già entrambe imposte patrimoniali.
La solita equità italica fa sì che la prima pesi 6 volte più della seconda: se investo 100.000€ in una 2a casa ogni anno dovrò pagare circa 1.000€, ma se investo gli stessi 100.000€ in fondi comuni dovrò pagare solo 150€.
È giusta questa penalizzazione degli investimenti immobiliari ?
.... e che senso ha, poi, parlare di rimodulazione dell'IMU aumentandone ulteriormente l'aliquota per qualcuno in modo da trovare i soldi per eliminare quella sulle prime case ?
L'IMU è già ingiusta adesso, peggiorarla per qualcuno per migliorarla per altri non risolve: i soldi devono essere trovati altrove, dove finora non sono stati cercati !!!

I commenti sono chiusi