Donne contro donne, quando la politica divide, la Cortellesi contro la Ferrari

. Politica

Ma le donne sono tutte uguali, oppure c'e' la donna di sinistra e quella di destra? L'8 marzo e' una festa unficante o anche questa data viene vissuta differentemente, a seconda come la si pensi'? La donna bella ed elegante, e' anche una donna oggetto? Il femminismo e' solo di sinistra? Cosi' come la lotta per le pari opportunita'? In molti casi, le risposte sono abbastanza univoche, ma quando si entra nella politica, le differenze emergono subito. Ed in effeti appare difficile accostare la Santanche' alla Boldrini, la Bindi alla Biancofiore o la Gruber alla Minetti. Anzi di piu', per molte di loro sarebbe altamente offensivo solo un vago accostamento.  Cosi' il direttore del Giornale Sallusti ha lanciato un sasso nello stagno, criticando la Boldrini per non avere difeso le donne di destra, Santanche' ( sua attuale compagna) compresa, dalle "aggressioni" subite in piazza a Brescia, dove parlava Berlusconi. Molti uomini e donne commenterebbero semplicemente, ma chi glielo ha detto di andare li', fatti loro. "Strano - ha spiegato Sallusti - visto che quando e' lei ad essere insultata mobilita, forte del suo potere, polizia e magistratura. E quindi i casi sono due: o la signora difende sempre le signore, oppure che la smettesse di rompere con i suoi casi personali". La presidente della Camera ha poi diramato una breve nota che si concludeva: "Solidarieta' con tutte le donne". Sallusti fa anche un riferimento alla Boccassini: "Ragazze umiliate dalla rossa Pm che negli interrogatori prima e durante il processo Ruby le ha violentate con domande sulla loro intimita' che vanno oltre ogni necessita' investigativa". Ma la lite diretta vera e' stata quella tra la Cortellesi e la Ferrari, due donne della Tv. In verita' la Ferrari e' stata la vittima. Succede che a Servizio pubblico di Santoro, viene mandato in onda uno spot, interpretato da Paola Cortellesi e tratto dal libro di Serena Dandini, dal titolo "Ferite a morte", per le donne vitime del femminicidio. La Cortellesi recita la parte di una donna uccisa e buttata nel pozzo dal marito. E dal fondo di questo pozzo, che rappresenta il suo Aldila' racconta la sua odissea sulla terra e tra i vari ricordi della vita in comune con l'orrendo marito ci infila, chissa' perche', di quando lui decideva di guardare la Tv: "Meglio morta che vedere un'altra volta la Domenica sportiva con l'illuminata, con la presentatrice piena di luce che pare la Madonna. Quella bionda che dice i risultati con le labbra di rossetto forte e gli orecchi di lampadario. A lui piaceva tanto. A me faceva proprio schifo". Immediata la replica della Ferrari, notoriamente simpatizzante del Pdl  (tra l'altro la luce in lei l'ha vista il marito, che e' il figlio di Carlo de Benedetti): "Le parole della Cortellesi sono una coltellata, un atto di violenza". E conclude: "Non vorrei che l'attacco fosse politico...". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi