Berlusconi annulla tutti i comizi, sente solo i consigli di Napolitano

. Politica

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/berlusconi11.jpg'
There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/berlusconi11.jpg'

Berlusconi ha desiso di annullare tutti i comizi, ad eccezione di quello a sostegno di Gianni Alemanno, candidato sindaco a Roma. La decisione e' stata comunicata dal coordinatore nazionale, Denis Verdini. "Il presidente - ha spiegato - e' rimasto particolarmente scosso dalle violenze di piazza, avvenute a Brescia e per questo ha deciso di rinunciare ai prossimi impegni". Verdini ha spiegato che la decisione e' stata presa anche "per evitare di creare nuove occasioni di inalzamento della tensione". Ed ancora: "Berlusconi non teme per la sua incolumita' ma per quella dei suoi sostenitori e di chi vuole semplicemente partecipare ad un suo comizio". Fin qui le spiegazioni ufficiali. Ma c'e' dell'altro. Napolitano da tempo consiglia prudenza a Berlusconi per non aggravare la sua posizione. E quelle di Napolitano sono le uniche parole che il Cavaliere ritiene sincere e si fida. E ci sono le parole dette in privato ed anche quelle in pubblico, dalle quali si capisce bene come la pensi il capo dello Stato. "Capisco - e' stato il suo ragionamento - chi si trova impigliato in processi e vicende giudiziarie di rilievo. Uno scenario in cui, pero', meno reazioni scomposte arivano, meglio e' dal punto di vista processuale". E Berlusconi spera ancora in una sentenza di assoluzione nel processo Ruby ed un ribaltamento da parte della Cassazione di quella, ancora piu' impellente, sui diritti televisivi. Se la Cassazione dovesse dargli torto il problema della interdizione dai pubblici uffici si aprirebbe tra non molto, entro la fine dell'anno o gli inizi del 2014. E se dovesse uscire dal suo girone infernale, Berlusconi spera di potere essere nominato da Napolitano senatore a vita. Anche per questo gia' il Pd ha deciso di mettere le mani avanti. Ma Napolitano vuole concludere il suo secondo mandato con un segnale di vera pacificazione, in modo che centrodestra e centrosinistra, si sfidino ma da avversari con una reciproca legittimazione, chiudendo una guerra vent'annale.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi