Parlamentari pagati dalle lobbies? La denuncia delle 'Iene' scuote il Palazzo

. Politica

Parlamentari al soldo delle multinazionali del tabacco e delle slot machine? La denuncia contenuta in un serviio delle 'Iene' (in onda stasera ma anticipata) scuote il Palazzo e il presidente del Senato Pietro Grasso, dopo aver invitato l'anonimo portaborse a denunciare i fatti a sua conoscenza in procura, assicura che farà tutto il possibile per facilitare eventuali indagini su fatti che, se accertati, sarebbero "gravissimi". "Chi sa qualcosa sui parlamentari pagati farebbe bene a denunciare questi comportamenti gravissimi. Io - ha aggiunto Grasso, ex-procuratore Antimafia - mi adopererò per fornire agli inquirenti nel più breve tempo tutte le informazioni che riterranno utili alle indagini. Per quanto mi riguarda ho dimostrato di considerare la lotta alla corruzione un'assoluta emergenza depositando, il mio primo giorno da senatore, un ddl con Disposizioni in materia di corruzione, voto scambio, falso in bilancio e riciclaggio , che martedì sarà preso in esame dalla Commissione Giustizia del Senato". Nel servizio delle Iene l'anonimo assistente parlamentare di un senatore parla di "senatori e onorevoli a libro paga di alcune multinazionali, le cosiddette lobbies. Ci sono le multinazionali che ogni mese per mezzo di un loro rappresentante fanno il giro dei palazzi, sia al Senato che Camera: incontrano noi assistenti e ci consegnano dei soldi da dare ai rispettivi senatori e onorevoli per far  sì che quando ci sono degli emendamenti da votare, i senatori e gli onorevoli li votino a favore della categoria che paga". Secndo l'anonimo ortaborse si tratterebbe di operazioni che prevedono anche tariffario: "Per quel che mi riguarda, conosco due multinazionali, una del settore dei tabacchi e un'altra nel settore dei video giochi e delle slot machine ed entrambe elargiscono una 1.000 euro e un'altra 2.000 euro ogni mese. Una tariffa che cambia a seconda dell'importanza del senatore e quindi, se è il parlamentare è molto influente sale fino a 5.000 euro". Sempre nel servizio delle 'Iene, l'anonimo parla delle sale Bingo, per le quali si sarebbero formati due gruppi "partecipati sia da uomini del centro sinistra che da uomini del centro destra. I due gruppi fanno capo ad ex ministri del centro sinistra".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi