Napolitano da' una scadenza al governo, 18 mesi tempo appropriato

. Politica

Giorgio Napolitano difende la scelta delle larghe intese da lui volute, ma da' anche, ed e' la prima volta, un termine: "18 mesi  e' un tempo appropriato", sempre che si mantenga il "ritmo" nel complesso processo delle riforme. Sulle larghe intese spiega: "E' una scelta eccezionale e a termine. Il rischio e' che tutti vogliano sventolare la propria bandiera". Il presidente da' una mano, con questa precisazione, al Pd, che proprio sull'accordo con il Pdl, continua ad essere profondamento lacerato. Dal Colle si sentiva dire spesso l'opposto, cioe' che un governo dura finche' c'e' una maggioranza in Parlamento. Le parole del Capo dello Stato suonano come un richiamo ai partiti, che devono lavorare, come era nelle sue intenzioni, al bene del paese. Sono anche un invito a Letta ed Alfano di sbrigarsi e a superare la stagione dei veti. Intervenendo al termine della giornata dedicata alla festa della Repubblica, Napolitano ha ricordato che la priorita' assoluta rimane la legge elettorale, da cambiare asolutamente, anche perche' "una nuova sentenza della Consulta, potrebbe indicare i termini da modificare, come il premio di maggioranza, assegnato senza un limite per la soglia di accesso". Questo per il presidente comunque non vuole dire che si "debba tornare al proporzionale puro, anche perche' si puo salvaguardare il carattere maggioritario della legge attuale". Insomma le indicazioni sono due: fare la legge elettorale subito, prima delle altre riforme ed eventualmente anche solo modificando l'attuale Porcellum. Del resto la maggioranza aveva trovato un accordo su una "clausola di salavaguardia", portando al 40% la soglia per avere il premio di maggioranza. Ma la proposta aveva fatto insorgere mezzo Pd. Napolitano non ha invece vvoluto commentare in alcun modo l'idea di arrivare all'elezione diretta del capo dello Stato. "Naturalmente - ha detto - non diro' nulla ne' stasera, ne' successivamente sulle riforme, a maggior ragione su quelle che riguardano il capo dello Stato. Io restero' assolutamente neutrale".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi