Letta: Governo o caos, uscire dall'euro sarebbe disastro finale

. Politica

"Il governo e' il frutto di una situazione eccezionale, bisogna uscire dallo stallo con le riforme economiche ed istituzionali". Ed ancora: "Non credo ci fossero alternative. L'alternativa era tornare ancora una volta al voto e questo avrebbe creato un caos ancora maggiore". Queste le parole del premier Enrico Letta, intervenuto a Firenze ed intervistato dal direttore di Repubblica Ezio Mauro, alla "Repubblica delle idee". Letta e' convinto che il popolo di centrosinistra abbia capito la situazione ed ha invitato ad avere fiducia nel governo perche' dietro "non ci sono sotterfugi", ma solo il tentativo di uscire da una situazione eccezionale per riprendere "il confronto bipolare in una condizione virtuosa". Poi non si e' tirato indietro ed ha detto che la "leadersship e' anche una questione di palle". Uscire dall'euro? "Sarebbe il disastro finale", l'Afghanistan? Rientro l'anno prossimo come da programma. Sono tutte le forti convinzioni del premier, che dice anche: "Non possiamo avere il doppio dei parlamentari degli Usa, la Costituzione e' da modificare". Letta ha annunciato che il governo sta studiando una nuova legge anticorruzione oltre al provvedimento per il lavoro ai giovani. Ma il premier ha intenzione di alzare la voce anche in Europa. Al vertice di Berlino del 3 luglio chiedero' con forza che si faccia l'unione bancaria. La Germania ha sempre opposto il suo piu' netto rifiuto. Per costruire qualcosa di nuovo in Italia, ad avviso di Letta "bisogna passare per questo piccolo pertugio", che poi sarebbero le larghe intese. "Il mio obiettivo - sintetizza il premier - e' guidare un governo di servizio, e' un dovere per me e anche un onore. Mi impegno sapendo che quello e' l'obiettivo, non penso al mio impegno futuro". Il che e' anche abbastanza normale, se uno e' presidente del Consiglio a che altro dovrebbe politicamente aspirare... Non certo a lasciare il suo posto ad un altro, anche se le cose dovesse andare per il verso giusto. Se poi Letta riuscira' nell'impresa di fare le riforme passera' alla storia della nostra Repubblica.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi