Epifani: rivincita delle politiche e di questo Pd

. Politica

"Ma davvero abbiamo vinto dappertutto anche a Roma?". Ironizza, visibilmente raggiante, il neo segretario del Pd Guglielmo Epifani. Ed aggiunge: "E' una giornata davvero importante, c'e' l'orgoglio ritrovato tra gli elettori, quasi fosse una rivincita per il voto alle politiche, anche se restano due voti distinti". "E' un risultato nazionale. E' il frutto della semina fatta tre mesi fa". Epifani non lo nomina ma si riferisce a Bersani, che tento' anche il "governo del cambiamento", prima di arrendersi dopo il fuoco amico dei famosi 101 franchi tiratori. Epifani e' il segretario, voluto anche da Bersani e rappresenta il volto del Pd tradizionale, quello che insomma ha stravinto queste elezioni, ben differente da quel Pd che potrebbe essere (ma non si sa come andranno le cose), cioe' quello di Renzi. Insomma il "vecchio" e' una garanzia di affidibalita'. Epifani ha poi spiegato: "In un quadro di astensionismo gli elettori del centrosinistra si sono dimostrati i piu' fedeli. Vorra' dire qualcosa". Certo non e' colpa di Epifani se gli elettori del centrodestra non vanno a votare. E  capovolgendo il discorso del segretario, anche questo vorra' pur dire qualcosa. "C'e' una maggiora fiducia dei cittadini - e' la spiegazione di Epifani - verso i nostri candidati e verso il centrosinistra". Conclusione con consiglio annesso: "Non so cosa pensi il centrodestra, ma se fossi in loro penserei a come radicarmi nel territorio".  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Commenti

0 # rosanfo 2013-06-11 10:41
E' una vittoria di Pirro. Con più del 50% di astensionismo e tenuto conto che a sx votano sempre hanno fatto tutto da soli. Purtroppo rappresentano solo loro stessi.

I commenti sono chiusi