Compravendita di grillini? Faremo i nomi, denuncia un 5 stelle

. Politica

Rabbia, incertezza, tradimenti, fedelta', fierezza. Sono molti i sentimenti dei grillini, agitati da continui malumori e spaccature, da ultimo la vicenda della senatrice Gambaro, rea di avere insultato Grillo, additandolo come il responsabile del flop elettorale. Colpo accusato dal guru, che ha cacciato la senatrice ed ora se ne vuole andare per un po' in Australia per riprendere la sua attivita' di comico e recuperare energie. A decidere le sorti della Gambaro saranno i senatori, divisi tra chi la vuole mandare al rogo e chi perdonarla. Due linee che riflettono due diverse anime, quella dialogante con il Pd e quella della battaglia al pdmenoelle di Grillo. C'e' chi fiuta aria di scissione, e se i fuggiaschi saranno almeno una decina potranno costituire un gruppo in deroga, chiamarlo come vogliono ed anche, cosa non da poco, incassare la parte loro spettante del finanziamento pubblico, tanto abborito. E mentre sul versante di centrodestra per i passaggi di schieramento sono sempre stati bollati come compravendita di senatori, a sinistra Bersani aveva usatio il termine inglese scouting. Tra l'altro dieci senatori sarebbe il numero magico che consentirebbe al Pd di avere anche una maggioranza alternativa a quella delle larghe intese. In caso di necessita', ovvero di crisi del governo Letta (comunque dovesse sopraggiungere), il Pd potrebbe valutare anche l'ipotesi di quel "governo di cambiamento" che Bersani avrebbe voluto fare. Ma ora ad affacciare l'ipotesi di una compravendita in atto dei grillini e' uno di loro, ed anche con un ruolo, il capogruppo alla Camera, Riccardo Nuti. "Il livello di attacco al M5S  - scrive su Facebook - si e' alzato e mira diritto al cuore del movimento. Sappiamo con certezza che c'e' in atto una compravendita morale e politica dei nostri parlamentari ad opera di persone estranee al movimento. Non avremo il timore di fare i nomi".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi