Idem: Letta, domani decideremo insieme

. Politica

Enrico Letta non ha gradito che la sua ministra, Josefa Idem, non abbia pagato l'Imu e tantomeno ha gradito le sue succesive dichiarazioni, tendenti a sminuire il fatto derublicandolo ad un errore amministrativo, riparabile con il semplice pagamante del tributo con relativa ammenda. Ma se non fosse diventata ministro, forse nessuno se ne sarebbe accorto. Le solite furbizie dei piccoli evasori. Oggi Letta dall'Annunziata e' stato piuttosto freddino ed ha annunciato: "Ci incontreremo e decideremo insieme". Ed ancora: "Sono garantista ma no a doppiopesismo". Lega e grillini sono sul piede di guerra ed hanno presentato una mozione di sfiducia individulale, che andra' votata dalla Camera. Ma il Pd lascia sola l'ex campionessa di canoa, mentre Brunetta del Pdl e' uno dei pochi a spezzare una lancia in suo favore: "Chi non ha sbagliato una volta?". Ma la situazione si e' un po' complicata, perche' la palestra annessa alla abitazione e' stata usata a fine commerciali, con tanto di iscrizione e di quota mensile e poi ci sarebbero anche degli abusi edilizi. Diverse sono le cose da affrontare e diverse sono le carte che Letta dovra' leggere domani. Insomma la Idem potrebbe anche non bastare di avere detto di volere restare al suo posto "perche' consapevole di essere onesta".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi