Marina l'erede del Cav? Crescono i fans ma Brunetta e la Pascale frenano...

. Politica

Ormai è più di un gossip. E tra smentite - quella dell'interessata - e auspici convinti, sta assumendo le proporzioni di una 'voce' sempre più consistente nel partito di Berlusconi: Marina 'erede' del Cavaliere in politica, alla guida della nuova Forza Italia? Crescono i fans di un'operazione che presupporrebbe ovviamente l'uscita di scena dell'ex-premier e il sì convinto di sua figlia, oggi presidente di Fininvest e del gruppo Mondadori (Marina è figlia di Silvio Berlusconi e della sua prima moglie Carla Elvira Lucia Dall'Oglio ed è la sorella maggiore di Pier Silvio Berlusconi), imprenditrice e manager capace e grintosa che si è schierata a spada tratta a fianco del padre 'perseguitato' dai giudici di Milano, l'ultima volta lunedì dopo la clamorosa sentenza nel processo di primo grado sul caso Ruby. Lei nega risolutamente: "Voci destituite di fondamento" fa sapere. Ma nel Pdl, ormai più neo-Forza Italia che Popolo delle Libertà, aumenta il numero di coloro che sarebbero pronti, se il Cavaliere decidesse, a schierarsi per questa soluzione. prime fra tutte le due 'amazzoni' Daniela Santanchè e Mara Carfagna. "Marina Berlusconi è bravissima. Non ha ma fatto politica? Meglio. Ha fatto tante cose nella vita e quindi può essere bravissima a farlo, meglio di tanti altri. E poi finalmente una donna..." dice la Santanchè che non avverte come critica il fatto della 'dinastia'. Positivo anche il giudizio della Carfagna: "Sarei d'accordissimo se Marina decidesse di guidare il Pdl, è una donna capace e lo ha dimostrato". Ma sempre nel Pdl c'e' anche chi non sembra per nente favorevole ad una soluzione del genere, come il capogruppo alla Camera Renato Brunetta, ad esempio, che a Radio 24 ha detto: "Non mi piacciono le dinastie, né quelle monarchiche né quelle democratiche. Se la dottoressa Marina Berlusconi vuole fare politica, e ne ha tutte le capacità, faccia pure. Ma non penso che sia plausibile un'investitura a carattere ereditario". Perplessa anche la fidnzata di Berlusconi Francesca Pascale: "Se Marina facesse un passo in politica non sarebbe un errore ma non credo che il padre sia così d'accordo, considerato quello che è successo a lui da quando è sceso in campo...". Il feuilleton è appena agli inizi....

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi