"Miccoli, Hoover e Al Capone...", Grillo contro Napolitano per l'udienza a Berlusconi

. Politica

"E' come se Herbert Hoover, presidente americano negli anni '30, avesse invitato Al Capone per discutere del mercato degli alcolici...". Va giù duro Beppe Grillo contro Napolitano per l'udienza concessa ieri dal capo dello stato a Silvio Berlusconi. E sul suo blog il leader del Movimento 5 Stelle parla anche del bomber del Palermo Miccoli - il titolo del post è 'Miccoli al Quirinale', con foto del calciatore tra due corazzieri (qui riprodotta) - che in un'intercettazione ha insultato la memoria di Falcone: "Perchè Berlusconi sì e Miccoli no?". Mentre l'indignazione popolare, giustamente, condanna Miccoli - scrive ancora Grillo ricordando tutti i guai giudiziari di Berlusconi - "un signore che ha come amico il fondatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri condannato in secondo grado a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, il quale definì eroe Vittorio Mangano, il mafioso condannato in primo grado all'ergastolo per duplice omicidio, assunto ad Arcore con la qualifica di stalliere....", "questo signore che altrove sarebbe in fuga da tempo verso Paesi senza l'estradizione è stato "invitato a colloquio e ricevuto" dal presidente della Repubblica Napolitano". L'ex-comico sottolinea come l'iniziativa dell'incontro sia stata del Colle e affonda: "E' come se Herbert Hoover, presidente degli Stati Uniti negli anni '30, avesse invitato Al Capone per discutere del mercato degli alcoolici. Anche Miccoli, al Quirinale, a palleggiare tra due corrazzieri! Perchè Berlusconi sì e lui no?". Per la cronaca proprio oggi Miccoli in conferenza stampa - il calciatore è stato interrogato in Procura per i suoi rapporti con il figlio di un capomafia - ha pianto e chiesto scusa ai familiari di Giovanni Falcone. Ha detto di essersi pentito, di essere stato male e di non aver dormito per tre giorni, di essere cresciuto credendo in alti valori, di essere sempe stato contro la mafia ed ha promesso che "quando finirà questa storia" si impegnerà per fare il testimonial per la legalità.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi