Santanche' : salta votazione alla Camera, ma la pitonessa non molla

. Politica

E' saltata la votazione alla Camera per eleggere il successore di Lupi del Pdl, che e' entrato nel governo, carica per la quale il Pdl aveva designato Daniela Santanche'. L'aula di Montecitorio ha votato per alzata il rinvio dopo che la capigruppo aveva deciso a maggioranza (per essere subito accolta una richiesta alla capigruppo deve essere infatti presa all'unamita'), dopo un interveto a favore ded uno contro. Il governo delle larghe intese si e' tolto, almeno per ora, una bella spina dal fianco. la classicasciocchezza che rischia di fare divampare un incendio. Perche' il Pd, pur ricoscendo che la poltrona vada al Pdl, non vuole la pitonessa, "immortale" di Berlusconi e cosi' aveva deciso di votare scheda bianca. Ma la contemporanea presentazione di un candidato grillino alternativo alla Santanche', rischiava di mandare in onda una maggioranza variabile, con le inevitabili conseguenze. "Con questa maggioranza tutta si rinvia, nulla si decide", aveva scritto su Twitter, prima del voto, per poi osservare: "Un passo indietro? Non ci penso proprio. Alfano mi ha chiamata poco fa per dirmi che rimane la mia candidatura". Il fapogruppo del Pdl, Renato Brunetta e' deciso: "No a candidati alternativi". Per la cronaca il Pd sarebbe disponibile a votare sia Antonio Leone che la Prestigiacomo, entrambi del Pdl. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi