Il Pdl non sa che fare, il Pd si spacca per Berlusconi, Epifani "avverte"

. Politica

Il Cavaliere, per ora, tace, consigliato dal suo nuovo avvocato Franco Coppi, che guida la difesa per la Cassazione. Ha parlato solo Coppi esprimendo tutta la sua sorpresa e la sua preoccupazione per l'accelerazione dei tempi. C'e' anche chi dice che questa "corsa" potrebbe essere prodromica a una sentenza "benevola" per Berlusconi. Berlusconi che non sa che fare e con lui tutto il Pdl, sia quello dei cosidetti falchi che quello governativo. Una mossa falsa potrebbe mandare tutto all'aria, pregiudicando il recupero elettorale degli ultimi tempi. Ed una eventuale crisi sarebbe un bel rebus, con anche la possibilita' di un governo del Pd con i grillini, e non solo con quelli ribelli. Grillo ha infatti aperto dopo il colloquio con Napolitano. Su un eventuale nuovo governo decidera' la Rete. Ed appare piu' che probabile la Rete, anche "sapientamente" guidata, dica si'. Meglio per il Pdl e Berlusconi dunque aspettare la sentenza, tanto prima o poi sarebbe arrivata. E per molti se chiarimento ci deve essere, e' meglio che avvenga subito. Comunque decideranno i giudici feriali della Suprema Corte, sara' anche una verifica sulle larghe intese. E gia' appare chiaro che se la sentenza sara' di condanna, anche se involontariamente ed indirettamente, riguardera' non solo Berlusconi ma tutto il centrodestra e quindi anche le larghe intese. Del resto sarebbe il Pd per prima a sfilarsi, non potendo accettare di stare insieme ad un partito legato ad un condannato in via definitiva per frode fiscale. Ma le tensione sale anche in queste ore e non e' detto che non succeda qualche cosa anche prima. Il Pd e' e' gia' spaccato sulla votazione in aula della sospensione per mezza giornata dei lavori parlamentari. Molti anche i renziani che hanno votato contro, una ventina in tutto tra i quali Civati, Gentiloni, Bindi e Giachetti. E piu' in la' il Pd non si potrebbe spingere pur capendo, nella sua ala governativa, le difficolta' del Pdl. Insomma mai accetterebbe un Aventino di tre giorni del Pdl, ne' altre trovate dell'ultima ora. Lo ha detto il segretario Epifani, che cerca di non perdere pezzi. "Tutto rende - ha spiegato - piu' esplicito il problema di fondo di questi mesi: la vicenda giudiziaria di Berlusconi e il rapporto d'azione di governo e di Parlamento. Questo nodo deve essere sciolto solo tenendo disttinte le due sfere, perche' se no, a furia di tirare la corda, si puo' spezzare, con una scelta di irresponsabilita' verso la condizione del paese e la sua crisi drammatica". Insomma c'e' anche un rimpallo di "responsabilita'" su chi eventualmente dovesse aprire la crisi...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi