Bonino ci ripensa: "Punti da chiarire", Alfano dice la verita'? Il "silenzio-segreto" kazako

. Politica

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/alfano3.jpg'
There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/alfano3.jpg'

La vicenda kazaka con l'espulsione lampi della Shalabayeva e della figlia di sei anni continua ad agitare la scena politica. E c'e' chi spera e chi teme nuove sorprese. Intanto il ministro degli Esteri Emma Bonino, che aveva mantenuto un basso profilo, ci ha ripensato ed ha detto: "Ci sono punti da chiarire". Simili vicende piu' si agitano e piu' si complicano. La Bonino da Bruxelles ha spiegato che non sara' chiesto all'Itala di riferire sul caso kazako. (A livello europeo valutano tutte le complicazioni internazionali che coinvolgono anche se indirettamentenanche l'Inghilterra, che aveva concesso l'asilo politico ad Ablyazov ed alla moglie). Pero il ministro degli Esteri "congela" la richiesta di un allontanamento dell'ambasciatore kazako a Roma, "per non indebolire la posizione italiana in Kazakistan, ed in pratica per non indispettire il presidente Nazarbayev". Insomma l'unico rimasto nel tritacarne e' il ministro Alfano. Tanto che  Rebubblica parla di sue "tre bugie". Secondo il quotidiano tre sono i punti dolenti della ricostruzione del titolare dell'Interno: "Non sono stato informato"; "Nulla seppi della donna e della bambina"; "Ignoravo che Ablyazovo e la moglie fossero rifugiati". Per Repubblica "Alfano omette di spiegare perche' lui ed il suo capo di gabinetto permisero che il diplomatico kazako si accampasse per 36 ore al piano nobile del Viminale, disponendo dei nostri apparati di sicurezza come di cosa propria. E' possibile se non probabile, che la scommessa di Alfano sul silenzio kazako sia ben riposta. Ma se il segreto di Astana dovesse anche solo incrinarsi, si puo' stare certi che di questa storia si tornera' a parlare molto presto. E non bastera' un ricatto sul governo a soffocarla o ad impedire di guardare la verita' diritta negli occhi".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi