Letta cita Moro: "Questo e' il tempo che ci e' dato", e c'e' solo questa maggioranza

. Politica

E' il tempo degli avvertimenti e dei messaggi a cinque giorni dalla sentenza su Berlusconi. L'orizzonte politico si fa sempre piu' nebuloso e si respira un'aria inquietante di tempesta. Il premier e' tra quelli che sta sta costruendo una sorta di linea Maginot (nella speranza che abbia maggiore fortuna di quella storica) a difesa del governo e delle larghe intese. Come prima cosa vuole tenere buoni i suoi, che potrebbero lasciarsi andare a manovre tese a sfasciare tutto, pur di non vedersi alleati con il "Caimano condannato" e costretti a subira ire ed invettive di una base sempre piu' in subbuglio. All'assembea dei deputati dem di Montecitorio, Letta cita Aldo Moro: "Questo e' il tempo che ci e' dato" e ribadisce: "Non ci sono alternative a questa maggioranza". Il premier come anche Napolitano, ne e' pienamente convinto. E non lo fa tornaconti personali, ma per evitare pericolose avventure delle quali si puo' forse conoscere l'inizio ma non la fine. Cosi' dice: "Fidatevi di me, non vado avanti a tutti i costi. Ci sono limiti che non superero'. Ripeto: fidatevi". Ed ancora: "Sono ottimista. Nelle difficolta' di queste settimane, il governo e la maggioranza hanno dato dimostrazione che le risposte sono possibili". Poi una stoccatina a quelli che scalpitano maggiormente, Renzi in testa: "Basta fighetti!", "giocare a fare finta e darsi un tono su twitter non basta piu', servono le riforme". Naturale la replica dei renziani: "Troppi compromessi con il Pdl", "il sostegno non si discute ma gli stati di neccesita' non possono diventare permanenti". Ovvia qualche polemica sulla legge elettorale, c'e' chi vorrebbe subito una riforma del Porcellum.  Poi la controreplica di Letta: "Abbiamo gia' dato risposte sui temi cari ai democratici, provvedimenti sul lavoro, per i giovani, per la scuola, per le fasce piu' deboli". Conclusione: "Basta vedremo o faremo, dobbiamo fare, potere dire, abbiamo fatto". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi