Epifani e Letta stoppano Renzi, Congresso a novembre

. Politica

Epifani, seguito da Franceschini, che marcia all'unisono con Letta, propone primarie aperte ma solo per gli iscritti. Prima i congressi locali, poi le candidature per segretario. Tutto quello che Renzi non vuole. Il sindaco infatti vorrebbe primarie aperte a tutti. Il Congresso si dovrebbe tenere il 24 novembre, mentre l'assemblea nazionale si riunira' il 14 settembre. Epifani ha anche sollecitato la "separazione tra segretario e premiership". Quanto al governo dice: "Sosteniamo un esecutivo di servizio, non di pacificazione". Il candidato premier invece andra' scelto con primarie di coalizione". Giornata decisiva oggi in direzione con la presenza di tutti i big, Letta e Renzi compresi. Si decide sul futuro del Pd. Secondo Epifani il segretario deve fare il segretario ed occuparsi del partito, quello di premier e' un altro lavoro. Dario Franceschini non ha dubbi. "Il segretario lo eleggano solo gli iscritti. Le primarie aperte  sceglieranno invece il candidato premier. La regola segretario-candidato premier era adatta ad una fase di bipolarismo. Ora serve una regola per una fase in cui servono alleanze". Ironico il renziano Giacchetti: "Franceschini e' tropoo spregiudicato. Per eleggere il segretario mi liniterei piu' prudentemente a dipendenti Pd e staff ministri".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi