Pd: Spunta "'albo aderenti" per primarie, ma "Berlusconi condannato" tsunami in possibile arrivo

. Politica

Forse una soluzione il Pd l'ha pure trovata per evitare una profonda spaccatura sulla prossima corsa alla segreteria con relative primarie, aperte a tutti come vuole Renzi o riservati agli iscritti, come propende Epifani con parte della vecchia guardia e con l'asse Letta-Franceschini. Il lodo con tanto di offerta di pace e' del trio Bersani-Franceschini-Fioroni, quasi la vecchia maggioranza che reggeva il Pd ai tempi di Bersani: "Albo degli aderenti", ovvero per votare alle primarie bastera' prima iscriversi in un apposito albo. Anche se dovesse passare questa soluzione, ci sara' comunque un accesa disputa sui tempi e sui modi per iscriversi all'albo. Ma si tratterebbe gia' di un bel passo avanti per un Pd, al quale Letta continua a mandare appelli per l'unita'. Cosi' a due giorni dalla sentenza su Berlusconi, che rischia di trasformarsi in un tsunami per il Pd, il premier, lancia un segnale forte: "Mai come ora serve l'unita' del partito e serve buon senso. Confido nella maturita' e nel senso di responsabilita' di tutti". Insomma nella direzione del Pd di mercoledi' si dovrebbe decidere sul Congresso. Ma sara' cosi'? Se Berlusconi dovesse essere prima condannato dalla Cassazione che cosa succedera'? Come fara' il partito a reggere l'onda d'urto di un simile tsunami ed a rimanere al govermo con il "Caimano condannato"? La base non si ribellerebbe e le manifestazioni non si moltiplicherebbero se il Pd decidesse di continuare con le larghe intese? Tutto il Pd continuerebbe a essere, almeno quasi compatto, in Parlamento? Tutte domande che aspettano risposte e forse i soli appelli non bastano. Saranno valutazioni politiche difficili quelle che attendono il Pd e non solo lui. Il dopo Berlusconi potrebbe veramente iniziare tra una manciata d'ore, con tutti presi alla sprovvista e impreparati. Ma come non lo sapevano?

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi