Kienge a Maroni, "Basta con gli attacchi dei tuoi"

. Politica

L'ultima sparata razzista di un leghista che l'ha paragonata ad un gorilla, forse volendo pietosamente imitare Calderoli, le ha fatto perdere per un attimo l'aplomb e l'ironia. Il ministro per l'integrazione Cecile Kienge si è rivolta direttamente al leader del Carroccio Maroni chiedendogli di 'frenare' le intemperanzse dei suoi altrimenti non sarebbe andata alla festa leghista di Milano Marittima dove pure era stata invitata per una sorta di riconciliazione. "Gli attacchi della Lega sono ormai intollerabili. Maroni - ha detto il ministro - faccia appello ai militanti affinché cessino subito. Se non avverrà, sarò costretta a declinare l'invito alla festa di Milano Marittima". Kienge ha poi aggiunto di non aver pensato alle dimissioni "neanche per un secondo". La risposta di Maroni, conciliante a metà, è arrivata subito: "la chiamerò per confermarle l'invito". Ma poi ha aggiunto:"lo ius soli (cavallo di battaglia del ministro dell'Integrazione, ndr) è una proposta sbagliatissima".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi