Letta: "Senza governo si paga l'Imu con arretrati", Berlusconi? "Io penso agli italiani"

. Politica

Un Enrico Letta molto determinato, senza giri di parole, non usa mezzi termini: "Per riformare l'Imu c'e' bisogno di un governo e di un Parlamento, invito tutti a rileggere il mio discorso in Parlamento, gli impegni presi saranno mantenuti, ma senza un governo quegli impegni non potranno avere seguito e gli italiani pagheranno l'Imu di settembre e di dicembre". In effetti il premier nel suo discorso sulla fiducia alle Camere parlo' solo di una sospensione della prima rata dell'Imu, assicurando poi un riforma complessiva entro fine agosto. Tanto che ci fu un accenno di polemica con il Pdl, subito sopita con assicurazioni successive. Su quali fossero poi i patti di governo, diverse sono le versioni di Pd e Pdl. Letta ha parlato durante una conferenza stampa a Baku, capitale dell'Azerbaigian, per discutere dei lavori del costruzione del gasdotto, Tap, che dovrebbe portare a non essere legati solo alla Russia e ad avere energia meno cara. Poi ha risposto ad alcune domande su Berlusconi. Alcune ricostruzioni giornalistiche hanno parlato di contatti tra alcuni ministri alla ricerca di "un sentiero" bipartisan per il Cavaliere. Si tratterebbe di "un viottolo" nel quale Berlusconi possa incamminarsi alla ricerca della tanto agognata "agibilita' politica". La procedura dovrebbe essere individuata dalle forze politiche, essere compatibile con la tenuta della maggioranza e rivelarsi di aiuto a Napolitano. Il premier intende ovviamente tenersi fuori dall'intricata vicenda e concentrarsi sulle cose da fare. Cosi' a a domanda risponde: "Il governo e' impegnato ad affrontare i problemi degli italiani e nulla mi distogliera' da questo". Figurarsi poi, proprio mentre si trova ad affrontare un problema energetico, che potrebbe rivelarsi molto utile all'Italia nei prossimi anni. Il premier ha parlato anche degli immigrati dando anche una stoccatina alla Ue. Un Europa molto presente su conti e conticini. Ma decisamente assente su un tema delicato come quello dell'immigrazione, dove ognuno bada a stesso. "L'italianon ha mai fatto mancare l'accoglienza - ha detto Letta - ma pretende che l'Europa affronti con altro passo questio tema, non piu' affronabile con modalita' casuali". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi