Imu: Letta getta acqua sul fuoco, soluzione entro fine mese

. Politica

Cerca di smorzare le polemiche sull'Imu il premier Enrico Letta assicurando che "una soluzione ci sarà entro il 31 agosto". Non dice nulla di più ben sapendo che anticipazioni non ancora concordate potrebbero mettere in crisi il governo e la maggioranza di larghe intese che lo sorregge. Ieri ha messo in guardia dal rischio di una crisi che costringerebbe gli italiani a pagare l'imposta sugli immobili, oggi ha confermato l'impegno ad arrivare ad una soluzione condivisa entro la fine di questo mese. Il terreno è minato per il confronto polemico tra Pdl e Pd e la prudenza è d'obbligo. Qualcosa in più la dice il sottosegretario all'Economia Pierpaolo Baretta: "Si può tranquillamente dire che, se il governo durerà, la rata Imu di settembre non verrà pagata e, da dicembre, l'ipotesi è di avere una nuova tassa che si chiamerà diversamente''. ''Questa è la proposta che stiamo preparando - aggiunge l'esponente di governo- si pensa a una nuova service tax che però dovrebbe essere piu bassa della somma delle imposte che sostituirà. Per questo l'idea è di stanziare almeno 2 miliardi di euro per aiutare i Comuni''. Intanto Palazzo Chigi ha annunciato ulteriori tagli al parco delle sue 'auto blu', che diminuiranno del 25%, e agli aeri di stato: tre su dieci saranno messi in vendita. Il ricavatoi - circa 50 milioni9 - verrà messo a disposizione della Protezione Civile per rinforzare la flotta dei Canadair anti-incendio

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi