Attesa per le parole di Napolitano, il Pdl ricorda il precedente del partigiano Moranino

. Politica

C'e' grande attesa per le parole di Napolitano sull'agibilità' politica di Berlusconi. Entro Ferragosto, ma potrebbe essere una questione di ore, Napolitano diramerà' una dichiarazione sul Cavaliere, quel "segnale" che lo stesso Berlusconi attende con impazienza dal giorno dopo la sentenza di condanna della cassazione. Intanto ad Arcore l'avvocato Coppi e il gran cerimoniere Gianni Letta lo invitano alla prudenza e se non proprio ad una accettazione quanto meno ad una presa d'atto della decisione dei giudici. Probabilmente da Napolitano, che ha gia' maturato il suo convincimento, non arriveranno novità eclatanti, tipo salvacondotto, ma più semplicemente una valutazione dei fatti con l'indicazione dei possibili percorsi e delle strade da seguire, nel rispetto più' assoluto della legalita'. Tradotto, cosa eventualmente dovrebbe fare Berlusconi per potere sperare in un provvedimento di clemenza. Il viottolo piu' stretto ma anche più' favorevole al Cavaliere sarebbe quello di una sorta di "lodo Sallusti" con la commutazione della pena in ammenda, sia per la parte riguardante il carcere sia per quella sull'interdizione dai pubblici uffici. Intanto un senatore del Pdl, Lucio Malan,  si e' andato a ripassare la storia ed ha scovato la vicenda del partigiano, Francesco Moranino, che ebbe insieme la grazia e l'agibilità' politica. Malan sottolinea: "Quello fu un atto politico a tutti gli effetti, e il reato era molto più' grave della evasione fiscale". Moranino, nome di battaglia "Gemisto", fu comandante della brigata Garibaldi e deputato del Pci alla Costituente nel 46. Poi fu accusato e condannato all' ergastolo per la strage di Strassera, per l'omicidio di sette partigiani non della sua brigata, accusati di essere stati delle spie. Prima Giovanni Gronchi gli commuto' la pena in 10 anni e poi Saragat lo grazio' definitivamente. Moranino, che non era mai stato arrestato e che si era rifugiato in Cecoslovacchia, torno' in Italia e venne rieletto, questa volta al Senato.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi