Letta: via l'IMU 2013. Il Cav: "Ha rispettato i patti", Alfano esulta "Missione compiuta"

. Politica

Via l'IMU del 2013 sulla prima casa, dopo quella di giugno saltano anche le rate di settembre e dicembre. Evitata la crisi di governo sui temi economici in attesa della Service Tax dal 2014. Lo annuncia Enrico Letta, insieme alle misure per il rifinanziamento della cassa integrazione e quelle in favore di 6.500 esodati (1,2 miliardi di euro in totale). Esulta Angelino Alfano che 'brucia' il premier con un tweet sparato subito dopo la fine di un breve consiglio dei ministri e prima della conferenza stampa del capo del governo. "Cancellata l'Imu 2013 sulla prima casa. La parola Imu scomparirà dal vocabolario del futuro" ha cinguettato il vice-premier e segretario del Pdl annunciando la vittoria del suo partito su un tema cruciale e assicurando che il decreto per la cancellazione dell'Imu è un provvedimento 'Tax free', che non comporta cioè nuovi balzelli o aumenti dei vecchi. L'accordo politico è stato raggiunto dopo estenuanti trattative ma alla fine nel Pd e nel Pdl ha prevalso la voglia di andare avanti, di non far cadere il governo, in attesa dello scoglio vero, quello della decadenza di Berlusconi da senatore per la condanna della Cassazione. Ma per quello show-down c'e' ancora qualche settimana di tempo e il quadro è in pieno movimento. Che il governo abbia ricevuto una forte boccata di ossigeno dalle decisioni di oggi lo testimonia più di ogni altra considerazione una nota di Silvio Berlusconi che dà atto al premier Letta di aver "rispettato le intese" alla base del programma del governo, e ciò - sottolinea il Cav - "a beneficio di tutti gli italiani".  "Una promessa realizzata - ribadisce Berlusconi - punto cardinale pratico e simbolico, del programma che abbiamo voluto come scelta qualificante negli accordi che hanno portato alla formazione del governo di larghe intese". Chi nella maggioranza non ha preso bene la decisione del governo sull'Imu, evidentemente frutto d un compromesso politico, è Mario Monti: l'ex-premier e leader di Scelta Civica ha detto chiaro e tondo al Pd di aver ceduto alle pressioni del partito di Berlusconi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi