Domenica video messaggio Berlusconi, ultima raffica o beau geste o tutti e due?

. Politica

Silvio Berlusconi, chiuso nella sua ridotta di Arcore, dopo avere sentito tutti, figli, consiglieri, falchi e colombe e dopo avere verificato la fermezza di Napolitano sulle sue posizioni. Non si possono concedere provvedimenti di clemenza, senza avere prima accettato la sentenza e cominciato a scontare la pena. Ed avere al pari avuto la conferma che il Pd non accetterà' il lodo Violante di rinviare gli atti alla Consulta ma voterà per la sua decadenza, ha deciso di dire la sua direttamente agli italiani in modo molto duro e diretto. Infatti tra i timori che circolano ad Arcore c'e', anche se smentito, quello di una richiesta di arresto dai pm di Napoli, non appena non sarà più senatore. Il videomessaggio era stato sconsigliato dalle colombe, Gianni Letta in testa, che ha provato fino all'ultima una mission impossible, quella di avere una contestualità' tra accorate dimissioni di Berlusconi da senatore, in modo da evitare la crisi e un gesto di clemenza da parte del Colle. Berlusconi era a ragione molto scettico su questa possibilità', anche perché' va ripetendo ai suoi come l'atto di Napolitano di nominare i 4 nuovi senatori a vita abbia dimostrato ostilità' nei confronti di tutto  centrodestra. Quello che e' sicuro e' che il Cavaliere lancerà la sua nuova Forza Italia 2.O, si scaglierà' contro le toghe politicizzate, usando termini più' duri del 94. E poi annuncerà' la sua battaglia sui referendum, a partire da quello sulla giustizia, che vuole trasformare in un referendum su di lui. Come in tutti i gialli che si rispettino, per ora manca il finale, anche se alcuni dicono sia già pronto anche quello. Domenica sera in diretta su Mediaset tutti potranno ascoltare direttamente il Cavaliere, e non e' detto che molti abbiano qualche sorpresa. Potrebbe essere l'ultima raffica prima della ghigliottina dopo un processo che lui considera alla stessa stregua di quello di Luigi XVI, ma potrebbe anche fare il beau geste di dimettersi, evitando quella che ritiene la farsa di un'esecuzione annunciata, rimandando ad al altri possibili decisioni di rottura. Oppure potrebbe insieme dichiarare guerra e dimettersi, spiazzando tutti. Perché' ovviamente un discorso dai toni molto accesi soprattutto nei confronti della magistratura potrebbe fare ritenere allo stesso Letta o al pd o a entrambi, che non sia più' possibile averlo comunque da alleato. Quello che e' certo Berlusconi prepara la sua battaglia da anatra zoppa.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi