Grillo sfida il Pd: "Voto palese su Berlusconi"

. Politica

Grillo ed il M5S sfidano il Pd e lanciano una proposta  clamorosa, modificare il regolamento del Senato, per avere il voto palese su Berlusconi. E' anche un modo per zittire le voci circolate su possibili franchi tiratori dei cinque stelle, che preferirebbero, secondo alcune male lingue, nel segreto dell'urna votare Berlusconi, che andare a casa. Quella del Pdl, secondo i grillini, e' una campagna che ha lo scopo di preparare il terreno in aula ai franchi tiratori del Pd, che, grazie al voto segreto, cercheranno di salvare il Cavaliere. Una "campagna di fango" denunciano. Improbabile che la richiesta grillina di modifica dell'art. 113 del regolamento del Senato, venga approvato, così come sono improbabili grandi smottamenti nel voto. Pd, Scelta civica, gli stessi grillini e sicuramente i 4 nuovi senatori a vita, voteranno per la decadenza di Berlusconi. Intanto il presidente del Senato, Pietro Grasso predica calma: "Ci saranno i tempi giusti per potere andare in aula, ma c'e ancora parecchio cammino da fare". Il fattore tempo e' fondamentale per la sorte di Berlusconi, perché se la decadenza dovesse arrivare prima del 15 ottobre, data entro cui probabilmente chiederà l'affidamento aii servizi sociali, l'arresto sarebbe automatico, anche se poi, sempre probabilmente, sarebbe riaccompagnato a casa agli arresti domiciliari.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi