Alfano vuole tornare nel cuore del re: "Berlusconi e' un campione, più vivo che mai"

. Politica

Angelino Alfano, e' molto attivo. Dopo essere stato designato delfino dal suo re, e' stato punzecchiato per la "mancanza del quid", ma soprattutto perché sospettato di complottare per un regicidio. Ultimamente si e' visto catalogato tra le colombe, mentre il re, in tempi gi guerra, preferisce i falchi, più idonei alla caccia. Ora cerca di rientrare a pieno titolo nel cuore del Cavaliere, che ha preso a vagliare tanti nomi per la sua successione. Successione che per forza di cose, ci sarà ed anche a breve. Perché anche la Nuova Forza Italia, un Berlusconi, senza la patente politica dell'agibilità, non potrà guidarla ed avrà bisogno di un bravo autista, a meno di non volere lasciare la macchina ad uno di famiglia, anzi ad una, che porti il nome di Berlusconi. Alfano sa bene che il governo e' transitorio, per cui occorre puntare sul partito. Del resto dall'altra parte, Renzi che sta facendo? Berlusconi? "E' in campo da campione - spiega Alfano - e avrà al suo fianco una forza Italia unita e forte". Ed ancora: "E' più vivo che mai. Con questo leader e con questi ideali saremo in grado di sostituire questa larga intesa con una larga vittoria. La voce di Berlusconi non può essere spenta per via giudiziaria". Poi su Twitter: "Intorno a Forza Italia si vede grande entusiasmo, paragonatelo alla noia mortale dell'assemblea del pd...".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi