Automatismo segretario-candidato premier, e' scontro. Il Pd decide di non decidere

. Politica

Le primarie si faranno l'8 dicembre, ma per il resto e' caos. Soprattutto sulle regole e sul nuovo statuto. Il punto dell'acceso scontro e' quello dell'automatismo tra segretario e candidato premier. E non e' una faccenda da poco conto, nella lotta che vede impegnati Renzi e Letta. Se lo statuto verra' cambiato e sarà possibile anche ad un altro candidato del pd correre come candidato del centrosinistra per palazzo Chigi, Letta potrà giocarsi le sue carte. Se invece rimanesse tutto com'e', Renzi, diventando segretario, verrebbe anche blindata la sua candidatura come premier al prossimo giro. "La commissione (quella che ha messo a punto il nuovo statuto) propone di ritirare le modifiche alla statuto, anche perché non avremmo avuto il numero legale", ha annunciato Epifani. Le molte assenze, sono state pesanti e forse più determinanti di un voto. Sara' dunque la direzione del 27 settembre a fissare le regole? Oppure se ne riparlerà al Congresso? Debora Seracchiani ha commentato: "Non ci sono ragioni politiche, solo personalismi, prove di forza, caratteri e debolezze umane, basta!". Fassina butta li' una sorta di mediazione: "Non ha vinto nessuno, noi pensavamo di cambiare le regole, altri no. Ora faremo questa discussione in Congresso". La cosa non e' pero' affatto irrelevante, perché ora Renzi e' in minoranza, mentre al Congresso dovrebbe avere la maggioranza. Ed a quel punto non cambierà di certo le regole contro di lui. Chi non ne esce bene dall'assemblea e' il segretario Epifani, che proprio all'ultimo si e' visto sfuggire di mano la situazione. E con lui non sono contenti ne' Bersani, ne' la maggior parte dei post comunisti. Il sindaco, che pur dovrebbe essere soddisfatto, se ne e' invece andato via sbattendo la porta. Per lui Gentiloni ha commentato: "E' un grande pasticcio: a furia di cercare cavilli per frenare qualcuno e per paura che qualcuno diventi segretario, hanno reso la situazione ingovernabile".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi