E' rottura: Letta: "Berlusconi ha umiliato l'Italia" e il Congresso Pd?

. Politica

Ormai la rottura sembra definitiva e non più sanabile. Letta afferma: "Berlusconi ha umiliato l'Italia mentre io ero a New York a lavorare per la ripresa". Ed in una conferenza stampa, prima di ripartire per l'Italia, il premier dice: "Non si può dire muoia Sansone con tutti i filistei, non ci ha guadagnato nessuno, non il pdl". Ed ancora: "Capisco il lato umano, ma continuo a ritenere che bisogna separare il governo dalla vicenda Berlusconi". Poi spiega come si muoverà: appena tornato in Italia vedrò Napolitano, che rimane punto di riferimento centrale, e poi andrò in Parlamento. Questo non lo dice, ma chiederà :"O con il paese o con Berlusconi, non ci sono vie di mezzo". Ma Letta non vuole sentire parlare di verifica, che sa tanto di vecchia Repubblica, ma di "assunzione di responsabilità di fronte al paese". Il chiarimento in Parlamento dovrà avvenire subito, prima della legge di stabilita' e prima del voto di decadenza su Berlusconi, fissata per il 4 ottobre. La data che appare probabile e' quella di martedì due ottobre. Dopo l'apertura della battaglia finale da parte di Berlusconi con parole durissime: "Operazione eversiva contro di me", e Napolitano che definisce "inquietante", la presa di posizione del Cavaliere e la minaccia di dimissioni di massa del Pdl, Letta chiude il cerchio. E sarà molto difficile per pd e pdl proseguire insieme. La frattura sembra essersi definitivamente consumata. Maroni ha detto che la Lega seguirà' il pdl. Ed in una giornata ricca di colpi di scena, dove i magistrati sono arrivati al punto di convocare Napolitano come teste nel processo Stato-mafia, si e' forse consumato lo strappo definitivo, che potrebbe aprire una crisi anche istituzionale oltre che politica, dove in ballo c'e' anche il rapporto politica-giustizia. Di fatto probabilmente verra' formalizzata una crisi, che si era già aperta lo scorso 1 agosto con la condanna di Berlusconi. Quali saranno poi i riflessi sul congresso del pd e di Renzi, e' una pagina tutta da scoprire. Di certo Letta, con la crisi, si "libererebbe" nella sfida personale con Renzi, e sicuramente vorrà essere lui a puntare di essere premier anche al prossimo giro. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi