Berlusconi solo "accidente storico"? Il Corriere: "Renzi non tosi ceto medio, problemi sinistra non decadono con il Cav"

. Politica

"Molti indizi segnalano che la sinistra sta ricadendo in un antico errore, quello di considerare Berlusconi un accidente storico, eliminato il quale il popolo tornerebbe a seguire la retta via progressista. E' un'illusione, perché come dice il titolo di un bel libro di Roberto Chiarini, alle origini di questa nostra strana Repubblica, c'e' il fatto che la cultura politica e' di sinistra e il paese e' di destra". Il Corriere affida ad Antonio Polito il suo editoriale che mette in guardia la sinistra a non sottovalutare "nuove ed imprevedibili forme politiche". E Marine Le Pen in Francia, i Tea party americani, oltre a partiti estremisti in Austria e Germania sono dei campanelli d'allarme. Ma quello che avverte Polito e' anche la necessita' di fare ben attenzione al ceto medio. Polito ricorda le parole di Matteo Renzi alla Stampa, quando ha spiegato che "bisogna toccare i diritti acquisiti. Chi percepisce pensioni d'oro su cui non ha versato i contributi deve accettare che sulla parte regalata venga imposto un prelievo". Poiché in Italia sono state considerate "pensioni d'oro", colpite dal blocco dell'indicizzazione, anche quelle superiori ai mille cinquecento euro al mese, potrebbe trattarsi di "diritti acquisiti", di non pochi italiani. Renzi ha anche riaperto alla patrimoniale: "Molti amici imprenditori si dicono pronti a pagarla". "Gli amici imprenditori forse si', si legge sul Corriere. Ma tutti gli altri, i piccoli proprietari di casa, gli artigiani, i commercianti? Domani Renzi presenterà il programma. Sara' interessante capire se anche lui si propone di tosare i ceti medi per finanziare la spesa pubblica". Attenzione anche sul fronte immigrati: "Bisogna dire come sostituire la Bossi-Fini, altrimenti si da' l'impressione che, eliminato Berlusconi, la sinistra si prepari ad aprire le porte indiscriminatamente ai flussi migratori, magari fornendo traghetti e voli di linea". E conclude: "Non a caso Grillo, smentendo i suoi senatori, si e' precipitato lasciare solo il pd, su questa strada, che giudica molto impopolare, a dimostrazione che i problemi della sinistra italiana non decadranno insieme con Berlusconi".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi