Swg: "effetto Berlusconi" nuovo sorpasso centrodestra, pd perde 4 punti

. Politica

Si sa i sondaggi vanno presi per quelli che sono e la loro vera attendibilità si può misurare, e neppure sempre, nell'immediata vigilia del voto. E si sa anche che l'Italia e' spaccata in due e che tra centrodestra e centrosinistra, a parte chi sia in testa, la forbice si restringe nell'imminenza delle urne (si perde o si vince per non più' di centomila voti), che come dice un vecchio ed esperto giornalista, sono sempre "puttane". Pero' servono  per fare un'istantanea sullo stato dei partiti e sulle loro beghe. Così, a sorpresa, un sondaggio Swg, commissionato dal Corriere, registra l'operazione sorpasso, dopo "l'effetto crisi". Il pd cala di oltre 4 punti, passando dal 31,2% al 27, e la coalizione si attesta al 32,9%. Il centrodestra recupera quasi un punto e mezzo e arriva al 35,4%. Tre punti dividono i due schieramenti. I grillini ritornano al 20%, mentre i centristi di Monti, in recupero, sono alle prese con decimali. Probabilmente gli italiani, sia di centrodestra che di centrosinistra, non vogliono litigi nel pollaio, pero' poi li perdonano, nella speranza di vincere. E la mossa di Berlusconi, di votare l'ordine del giorno Grandi, potrebbe essere stata gradita da molti nel suo popolo. Alfano sarà pure un "traditore", ma la sua fiducia personale rimane alta, di poco inferiore, in casa sua, a quella di Berlusconi. E' possibile che tra gli elettori del pdl in molti comincino a pensare alla figura di un padre nobile, il Cavaliere, afflitto dalle sue condanne e dal suo forzato "esilio politico", ed un nuovo capo con "il quid", conquistato sul campo. Quello che non vogliono e' una manovra neocentrista per proporre nuovi scenari politici. Ma con un dopo Berlusconi, appena iniziato, tutto e' possibile e le intenzioni di voto, sono sempre suscettibili di rapidi aggiornamenti.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi