Berlusconi ha ancora sulla schiena la pugnalata di Alfano, parola di Briatore

. Politica

Flavio Briatore con le sue doti imprenditoriali tende a semplificare la politica e trarne l'estrema sintesi, che poi non e' cosi' tanto lontana dalla realtà'. Poi i giornalisti, come e' loro dovere si esercitano nel ricostruire complessi scenari, che ai più' rimangono comunque oscuri, con tanto di trattative, svolte, passi indietro e passi avanti. Ma ci sono dei fatti che rimangono, come ha ricordato Briatore a Sky tg24, come quello che e' successo sulla fiducia. "Berlusconi - spiega - e' stato pugnalato, nel momento di maggiore debolezza da chi aveva creato. Alfano l'ha pugnalato. Lui ha il complesso, la sindrome del delfino". Anche se e' vero che Alfano, mancante del quid, non era più il suo delfino, tanto che si sono susseguiti i nomi per chi avrebbe veramente ereditato lo scettro politico, in primis, per via eridataria, la figlia Marina. E così il delfino ha aspettato ed al momento giusto si e' trasformato in squalo. Comunque Briatore non ha dubbi sulla sorte dei "traditori", al massimo potrebbero da soli prendere il 3%. E lui, Briatore voterà ancora per Berlusconi se sarà leader, altrimenti voterà Renzi. Di una cosa si può essere, quasi sicuri, il giovane sindaco ha un nuovo grande elettore.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi