Il "ritorno" di Monti avvelenato dal "tradimento" di Mauro-Casini

. Politica

Prima era sempre al centro dell'attenzione, quando fu chiamato da Napolitano, che lo fece senatore a vita e gli affido' un governo di "salvezza nazionale", poi con la "scesa" in politica, pensava di essersi comunque ritagliato un ruolo di primo piano. Ma poi, prima gli italiani nelle urne e successivamente le alchimie partitiche lo hanno relegato in un sepolcro politico. Ora sembra essersi improvvisamente tolto le bende della mummia, e vuole riacquistare quel ruolo che ritiene giusto, di censore ed educatore, per un bocconiano della sua tempra. E si e' molto arrabbiato per quella manovra che Mauro e Casini, stavano tessendo alle sue spalle per ricostruire un grande centro. Ma anche lui avrebbe volturo un accordo con un pdl, depurato da Berlusconi e non solo. Solo che Mauro e Casini insieme ad Alfano, pensano alla stessa cosa, pur senza coinvolgerlo, pensano al dopo Berlusconi, magari lasciandogli un ruolo di padre nobile, dopo averlo narcotizzato, per non perdere voti, e per non dare ragione a quel Briatore che parla di un risultato elettorale dei soli centristi, del 3%. Monti dall'Annunziata ha detto che vorrebbe un "governo del fare e non del disfare", poi ha ironizzato che si "scrive Letta, ma si legge Brunetta". Insomma un professore molto piccato, che si e' tolto anche un sassolino dalla scarpa, a distanza di tempo, con la Bignardi, la giornalista, conduttrice di "Invasioni barbariche", che a sorpresa gli mise tra le braccia un cagnolino, ribattezzato Empy (Quella che gli avrebbe fatto difetto). Ma lui lo prese sorridendo e disse di volerlo tenere con se'. Quello che proprio non va giù al Professore, e' che un romano un po' arrogante, e certamente non bocconiano anche se figlio di un ufficiale dell'Arma, tal Maurizio Gasparri, assunto ad alti incarichi istituzionali (per Monti non si sa bene come), cioè vicepresidente del Senato, si permetta di prenderlo in giro. "Che fine ha fatto il cagnolino - dice con la sua risatina Gasparri - sarà svanito nel nulla, come il centro?". E si' che a Gasparri non e' che le battute vengano sempre bene.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi