Napolitano: sulla grazia a Berlusconi nessun 'patto tradito', "E' una panzana"

. Politica

Sulla grazia a Berlusconi nessun 'patto tradito' da parte del Quirinale: "E' una panzana" dice il Colle in una nota ufficiale diramata per replicare un pò alla pitonessa Santanchè - che ieri aveva accusato  il capo dello stato di 'tradimento' - un pò il 'Fatto Quotidiano' che in qualche modo oggi le ha fatto eco riportando in prima pagina un articolo dal titolo 'I falchi: il Colle promise la grazia' con le dichiarazioni della deputatessa Pdl e riproponendo il tema a pagina 4 con il titolo 'Il patto con re Giorgio? Silvio graziato a prescindere' e un articolo in cui si sostiene che Napoltano "aveva promesso la grazia 'motu proprio' per la condanna di Mediaset". La nota del Quirinale è netta: "Solo il Fatto Quotidiano crede alle ridicole panzane come quella del 'patto tradito' dal Presidente Napolitano. La posizione del Presidente in materia di provvedimenti di clemenza è stata a suo tempo espressa con la massima chiarezza e precisione nella dichiarazione del 13 agosto scorso". Sempre su Napolitano oggi si registra un nuovo attacco di Grillo: annunciando il terzo 'V-Day' per il 1 dicembre a Genova, il leader del Movimento 5 Stelle scrive in un post: "Il M5S poteva cambiare l'Italia e risparmiarci questa lenta agonia. Gli è stato impedito in ogni modo. Per la prima volta nella storia repubblicana un presidente si è fatto rieleggere una seconda volta dopo aver ripetutamente negato di volerlo fare. Napolitano è stato eletto da Berlusconi di cui ovviamente sapeva ogni pendenza giudiziaria, ma per il Sistema qualunque compromesso (sordido?) è meglio del cambiamento". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi