La Pascale diventa la convivente di Berlusconi e annuncia querela, ma le querele si fanno non si annunciano

. Politica

Francesca Pascale da oggi stabilisce la sua nuova residenza, in via del Plebiscito 102, a palazzo Grazioli. Stessa residenza del Cavaliere, che recentemente si era trasferito da Arcore a Roma. Così, per ora si accontenta, e diventa ufficialmente la convivente di Berlusconi. Potrà anche assisterlo in caso di arresti domiciliari. Infatti solo i conviventi possono stare senza limitazioni insieme alla persona soggetta alla misura restrittiva. Poi, ed e' la seconda volta, la Pascale annuncia querela, tramite il suo avvocato, nei confronti, di Michelle Bonev e degli altri responsabili in quella che ritiene "una grave diffamazione operata in danno alla compagna del Cavaliere Berlusconi". Giovedì c'e' un'altra puntata di Santoro e, si sussurra, altre rivelazioni sulla fidanzata di Berlusconi. Ma le querele quando si vogliono fare, si fanno e non si annunciano a ripetizione. Altrimenti hanno tanto il sapore di "pizzini" dissuasivi, oltretutto inutili, perché non dissuadono mai, soprattutto quando c'e' una campagna ben orchestrata. Oltretutto, se alla fine dovesse essere presentata realmente, il giudice si domanderà perché non sia stata presentata subito, non appena sentite le affermazioni ritenute diffamatorie, sia per i suoi comportamenti sessuali, sia per le sue mire sul Cavaliere.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi