Grillo contro Letta, "l'Italia affonda e lui dice balle"

. Politica

Dopo il botta e risposta con Letta di ieri su Napolitano (da tempo nel mirino del Movimento 5 Stelle che vuole l'impeachment ma difeso a spada tratta dal presidente del Consiglio), Beppe Grillo è tornato oggi ad attaccare il premier e i suoi ministri - dice l'ex-comico arrivando a Montecitorio per incontrare i suoi deputati - che vanno in tv "a raccontare balle mentre il paese affonda alla velocità della luce". "Questo Paese affonda alla velocità della luce ed è tenuto in piedi solo dalle balle. E' il governo a creare instabilità. Tutto il paese è tenuto in piedi da balle: balle economiche, balle dei ministri che vanno in tv, balle di Letta che va in tv" ha detto Grillo parlando con i giornalisti prima di incontrare i deputati M5S, Grillo ha ribadito tre cose: la necessità di andare subito al voto anche con questa legge elettorale, l'intenzione dei grillini di chiedere la messa in stato d'accusa del capo dello stato "perchè non è imparziale e perchè non siamo in una repubblica presidenziale" e l'accusa alle altre forze politiche di "mettere in un angolo" il M5S bloccando qualunque loro proposta legislativa. Ma il leit-motiv è 'elezioni subito': "Noi chiederemo agli italiani se si vogliono liberare, una volta per tutte, di questa classe politica che ha distrutto l'Italia. In 6 anni non sono riusciti a modificare al legge elettorale ma ora vogliono fare il super Porcellum per tenerci fuori". E Renzi? "Di Renzi io non penso nulla. Non si può pensare qualcosa di Renzi..." ha rispoto Grillo ad una domanda sulla corsa in atto per la segrrteria Pd. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi