Congresso Pd, i cuperliani "Siamo davanti a Renzi: 49 a 35". La replica "Dati falsi".

. Politica

Toccherà a Guglielmo Epifani domani, nella segreteria Pd convocata d'urgenza, tentare di mettere un pò d'ordine nel caos che regna nel partito per il caso delle 'tessere gonfiate'. Intanto, per non farsi mancare niente, quando manca un mese alle primarie che incoroneranno il nuovo segretario, è scoppiata oggi una nuova polemica tra 'cuperliani' e 'renziani' sui numeri e gli orientamenti dei congressi provinciali. Secondo il Comitato Cuperlo, i segretari locali favorevoli al candidato di Bersani e D'Alema sono 49 mentre quelli favorevoli al sindaco di Firenze sono solo 35.  "Dati falsi" replicano subito i renziani che invitano ad attendere i risultati definitivi. "Dai dati in nostro possesso - sostengono al Comitato Cuperlo - circa 250.000 persone hanno espresso il loro voto e si conferma che più del 50% ha espresso la propria fiducia a candidati che sostengono Gianni Cuperlo alla segreteria nazionale". Quando mancano pochi congressi di circolo per concludere questa prima fase congressuale - recita una nota  dei cuperliani -  possiamo affermare che ci sono 49 candidati segretari che sostengono la candidatura di Gianni Cuperlo alla segreteria nazionale del PD; 35 candidati segretari che sostengono Matteo Renzi e 1 candidato segretario che sostiene Pippo Civati. Ci sono poi 7 segretari che non hanno ancora espresso la loro preferenza per il candidato a segretario nazionale".  Mai renziani non ci stanno: "Ma a chi giova dare dati falsi?" va all'attacco Luca Lotti, deputato vicino al sindaco di Firenze "si aspettino il risultato definitivo e i dati veri. Ricordo tra l'altro che lo stesso Renzi a Firenze ha votato per un segretario provinciale che sostiene Cuperlo. Dunque a chi giova stabilire un'inesistente relazione tra i segretari? E poi, oltre ai numeri dei candidati segretari, perché non vengono resi noti anche i loro nomi? Siamo molto curiosi di leggerli". Domani nel corso della segreteria convocata al Nazareno si parlerà anche di questo oltre a tentare di capire se le irregolarità registrate nel tesseramento dei congressi provinciali siano una questione fisiologica, comunque circoscritta o invece ampiamente diffusa. Smpre domani si riunirà la Commissione dei Garanti del Pd presieduta da Luigi Berlinguer.


©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi