Renzi scrive su rivista D'Alema: segnali di pace? I due hanno obiettivi diversi

. Politica

Mentre la battaglia per il voto degli iscritti sui candidato alla segreteria e' entrata nella sua fase più calda, con tanto di denunce di brogli, Matteo Renzi ha raccolto l'invito di D'Alema di un paio di mesi fa, di scrivere un articolo per la sua rivista ItalianiEuropei. Renzi che sarà sicuramente il prossimo segretario del pd, quando si svolgeranno le primarie, l'8 dicembre, giorno dell'Immacolata, descrive il ruolo dei sindaci e della sua Firenze. Ma non vuole alimentare polemiche, tanto che su Facebook, afferma: "Quello che decide Epifani, mi sta bene. Punto. Vogliono bloccare il tesseramento, come propone Cuperlo? Lo blocchino, nessun problema. Accetto le proposte altrui, le decisioni altrui, le regole altrui. L'importante e' che finalmente il pd torni a discutere di questione concrete". Il pezzo di Renzi perla del ruolo delle città e dei sindaci come amministratori e leader politici. Ma l'intento del rottamatore e' quello di costruire una sorta di pax interna, perché lui diventerà' segretario, ma dovrà scontrarsi con il resto del partito, che visto l'orientamento degli iscritti, non gli sarà del tutto favorevole. Insomma per governare il pd ha bisogno di un accordo con i post comunisti ed in particolare con D'Alema. Poi visto che lui, che di quella provenienza non e', si dovranno trovare i giusti contrappesi se lui andrà a palazzo Chigi, quando si voterà. Che poi e' il suo vero obiettivo. Dall'altra parte c'e' il piano accarezzato dai dalemiani: Renzi premier, Cuperlo a capo di un comitato di reggenti nel pd. Perche' il doppio incarico, a tempo pieno, appare oltretutto improbo. E poi c'e' il vero obiettivo di D'Alema, che si potrà concretizzare solo in futuro se dovesse essere indicato dal suo pd e dal centrosinistra più in generale, alla successione piu' importante, quella di Giorgio Napolitano. Insomma il giovane ed il vecchio possono tranquillamente convivere anche perché hanno obiettivi diversi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi