Le sirene di Berlusconi: Alfano, lo ricandidiamo a 80 anni, Fitto "via i traditori", i figli per il beau geste, i consiglieri "sia leader dell'opposizione"

. Politica

Berlusconi e' sotto assedio, e non solo della magistratura e dei suoi nemici politici di sempre, ma anche da tutte le sirene anche arrivano da tutti quegli che gli stanno o gli stavano intorno. E così Giuliano Ferrara e Vittorio Feltri, gli consigliano di asserragliassi in una ridotta, ma comunque a capo dell'opposizione. Chi potrebbe farlo definitivamente fuori politicamente, se anziché appoggiare un governo di falsi amici, fosse il capo indiscusso di un'opposizione di centrodestra? Neppure nel paese delle banane e' la risposta. Poi c'e' Alfano, che ormai il padre lo ha abbandonato, da quel famoso 2 ottobre, in cui lo costrinse a votare la fiducia a Letta, che professa ancora amore figliale, ma solo se il Cavaliere continuera ad appoggiare il governo di Letta ed il suo, con i suoi moschettieri. Ed Alfano dice anche, che quando passera' la bufera giudiziaria, Berlusconi anche ad ottanta anni verra' ricandidato. Pero' sa perfettamente che sul Cavaliere si stanno per abbattere altri guai giudiziari, e che forse finirà pure in manette non appena decaduto. E c'e' Fitto che risponde ad Alfano dandogli del "traditore", perché' accetta che la sinistra lo faccia fuori e vuole approvare una legge di stabilita' fatta solo di tasse. Poi ci sono i figli, ovviamente preoccupati dei soldini, che lo consigliano ad un passo indietro, sotto la regia dell'amico Confalonieri, e magari a fare il beau geste delle dimissioni, prima del voto sulla decadenza, per evitare lo scossone finale anche per le aziende. Ancora c'e' Francesca Pascale che pensa solo a sposarsi, prima che lui ci ripensi. Infine c'e' proprio Silvio Berlusconi, che dubbioso, passeggia per i cortili di Arcore, chiedendo forse lumi al piccolo barboncino, Dudu', l'unico che non gli chiede nulla se non qualche carezza ed un piccola zuppa. Sabato al Consiglio nazionale, sempre che si terra', ma sembra proprio di si', ci sarà' la resa dei conti, e Berlusconi parlerà e si vedrà se avrà ascoltato qualche sirena o, come e' nel suo stile, deciderà da solo, per l'ultima e decisiva mossa.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi