Alfano: "Agito per amore dell'Italia" e sfida Berlusconi alle europee

. Politica

Angelino Alfano mutua la sinistra che parla sempre del "Bene per il paese", con un più di destra: "Amore per l'Italia". Ma se non e' zuppa e' pan bagnato, e conferma una rottura definitiva con il "Cavaliere nero", che a questo punto anche per lui non agisce per il bene del suo paese ma solo per i suoi interessi. Alfano sa che il ritorno a casa diventa difficile, anche se parla di una scelta "dolorosa e amarissima". Così' si dice sicuro di rappresentare il partito del futuro e lancia la sfida alle Europpe con Berlusconi. Poi sulle orme del padre lancia un contratto con gli italiani per fare legge di stabilita', riforma elettorale (che sicuramente sarà diversa da quella che vuole Berlusconi), e poi applicazione della ricetta liberale: meno debiti, meno tasse e più' lavoro. Come se fosse facile. L'importante e' "amare l'Italia" non prendere in giro gli italiani. Alfano afferma anche di avere avuto molto da Berlusconi ed in cambio di avergli dato tutto. Inoltre non voterà' la decadenza al Cavaliere, ma tanto i suoi voti non servono, sono sufficienti quelli del pd e dei grillini, con i quali Alfano continuerà a governare. L'ex delfino propone anche le primarie, quando si voterà nel centrodestra, ma forse tiene il piede in due staffe. Se dovesse fallire il progetto di una nuova dc allora starebbe ancora li', altrimenti via alla grande sfida. Per ora nascono i nuovi gruppi parlamentari del centrodestra alla Camera ed al Senato: trenta senatori, ventisette deputati.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi