Botta e risposta al vetriolo Renzi-D'Alema: l'ex-premier "il sindaco? Superficiale e ignorante"

. Politica

Non se le sono mandate a dire, non hanno usato il fioretto o toni diplomatici per dissimulare un contrasto che ormai è sotto gli occhi di tutti. Matteo Renzi e Massimo D'Alema sono stati i protagonisti, in questa vigilia di primarie Pd, di un botta e risposta a distanza dagli schermi tv, un botta e risposta al vetriolo. Il primo, il sindaco di Firenze e candidato a guidare i Democrat (D'Alema supporta Cuperlo), a Che tempo che fa, ieri sera; il secondo stamane ad Agorà su Rai3. Renzi ha usato il sarcasmo per attaccare l'ex.premier: "D'Alema  pensa che se vinciamo noi renziani distruggiamo la sinistra, senza pensare che l'hanno già distrutta loro...". E ancora: "E' la prima volta da vent'anni che D'Alema perde un congresso, lo voglio dire. E se divento segretario rivolto il Pd e il paese..." e via di questo passo. Ma 'Baffino' poteva mandarla giù senza replicare? No, certo. E infatti stamane l'ex-premier ha risposto a muso duro all'impertinente 'rottamatore', definendolo un 'Giamburrasca', "superficiale ed ignorante". "Per vedere cosa può essere il Pd sotto la sua guida - ha affondato il coltello D'Alema - occorre aspettare la prova del budino, lo si scopre mangiandolo... Non ho cambiato idea su di lui, penso non sia adatto a fare il segretario del Pd". Quanto alle idee nuove del sindaco di Firenze, D'Alema pensa siano davvero "pochissime". "Il vero cavallo di battaglia di Renzi, che di idee nuove ne ha proposte pochissime, è continuare ad attaccare me. Vorrei ricordargli - ha concluso il suo affondo l'ex-premier riferendosi ad un'affermazione d Renzi - che noi le elezioni le abbiamo vinte due volte nel corso di questi anni e abbiamo portato la sinistra italiana per la prima volta nella sua storia al governo del paese". D'Alema parlava naturalmente di se stesso, primo ex-comunista a insediarsi a palazzo Chigi...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi