Confronto tv Renzi-Cuperlo-Civati per pochi intimi, avanti con Letta e patrimoniale

. Politica

L'atteso, ma evidentemente non tanto, confronto televisivo tra Renzi-Cuperlo e Civati, e' stato un flop di ascolti. Appena il 2,67% di share rispetto al 6,17% delle scorse primarie. Chi voleva divertissi a sentire di politica ha guardato Crozza su La 7, ben il 9,56% si share, con 2 milioni e 670 mila spettatori, che ovviamente ironizzava su Berlusconi e la sua decadenza. E chi non ha visto il confronto non si e' perso nulla. Tutto molto scontato, con distinguo sulla famosa patrimoniale, costi della politica, matrimoni gay. Ma con Renzi e Cuperlo a ribadire che Letta deve andare avanti. Naturalmente per ora, perché si sa già che Renzi, che trionferà l'8 dicembre alle primarie, vuole andare proprio a prendere la poltrona di Letta a palazzo Chigi. Questioni di mesi, e di cose che il governo difficilmente riuscirà a fare. Matteo, come al solito showman, che parla alla maggioranza silenziosa e dice anche qualche cosa di sinistra, ma guardando anche a desta, con Cuperlo che cerca di rianimare gli animi spenti dei post comunisti, e con Pippo Civati, decisamente in serata ed il più brillante, anche in vena di battute, che si rivolge al popolo più ribelle ed a quello giovane. Renzi e' andato giù' duro sulle privatizzazioni: "La sinistra con i capitani coraggiosi ha perso la faccia". Cuperlo e' soddisfatto per l'uscita di scena di Berlusconi: "La destra, la parte più' radicale del governo, e' uscita. Ora basta ai ricatti". E Pippo, e non e' il solo, non si fida di Alfano. Come si fa fidarsi dei "traditori", pensano anche a destra? "Io non mi fido - spiega - di Angelino Alfano, l'uomo delle leggi ad personam". Per Letta sarebbe meglio che vincesse Cuperlo, quello che potrebbe garantirgli realmente di arrivare al 2015, ma vincera' Renzi, e la sfida tra il sindaco e Letta entrerà' nel vivo dal 9 dicembre. Indicazioni per il voto: chi nel pd vuole che il governo duri, voti Cuperlo. Chi spera in un pd vincente con un forte leader, voti Renzi, chi infine vuole un pd giovane e di battaglia voti Pippo Civati. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi