Nell'Italia senza certezze dei gabellieri, caos sull'Imu, con l'urlo della Camusso e di Pisapia: "Rimettetela"

. Politica

Nell'Italia dei gabellieri, Stato centrale, regioni e comuni, senza certezze e con diritti acquisti sempre messi in discussione, vedi il contributo di solidarietà per le pensioni, anche di bronzo, e magari la riduzione di quelle di reversibilità, che colpirebbero i più deboli, dalla sinistra più' radicale si leva un grido: "Rimettete l'Imu anche sulla prima casa". L'accorato appello viene dal segretario della Cgil, Susanna Camusso e dal sindaco di Milano, Pisapia. Ce l'hanno anche con Berlusconi, che non c'e' più ma che era riuscito a farla abolire. Tanti i pasticci di un governo, che dimostra una grande debolezza. Perché si capisce poco o niente. Parte della seconda rata andrà comunque pagata, perché nel frattempo i "furbi" comuni hanno alzato le aliquote, ma forse non basta. calcoli sbagliati, bisogna rivedere anche la prima rata. E' un caso, tra i cittadini ed anche tra i commercialisti. Cosa da repubblica delle banane. Possibile che non ci sia certezza? Possibile che tutto si riduca a tassare una cosa, anzi una casa, perlatro già tassata? Ma questi ragionieri stato, che ci stanno a fare? E perché' non guardono i conti dei politici e della politica. Lo scandalo dei fondi alla Regioni, parte da una impropria destinazione di fondi. I politici ne hanno approfittato si', ma sapevano che bastava portare una ricevuta qualunque, per essere rimborsati. E questo avviene non solo a livello regionale, ma anche con i fondi del finanziamento, assegnato ai gruppi parlamentari. Per ora sotto traccia. Ma perché i politici devono avere soldi, diciamo per fare politica? Non bastano quelli che prendono? E perché non andare a vedere seriamente i vari arricchimenti, improvvisi, di molti con tenute, vigneti, barche, ville ed anche case di enti, con affitti bassi? Oppure comprati dall'ente a prezzi stracciati.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi