Primarie Pd: alta affluenza, alle 17 due milioni ai gazebo

. Politica

Chiunque vinca il Pd tira comunque un respiro di sollievo. E' alta l'affluenza di iscritti e simpatizzanti alle primarie che incoroneranno il nuovo segretario Pd. Alle 13 già un milione di cittadini aveva espresso la propria preferenza ai gazebo disseminati in tutto il paese. Alle 18, secondo un tweet di Pippo Civati, ancora da confermare, la partecipazione e' cresciuta raggiungendo i due milioni. Il dato ufficiale alle 17 è di 1.950.000 votanti. Un buon segno, dicono gli esperti, anche se nessuno può ipotizzare che stasera alle 20, alla chiusura dei seggi, si possa raggiungere la cifra di tre milioni di votanti, come nelle primarie 2009. Matteo Renzi, il grande favorito su Gianni Cuperlo e Pippo Civati (che potrebbe essere la sorpresa), si accontenterebbe di due milioni di partecipanti perchè sa quanto sia importante per lui diventare segretario sull'onda di una grande partecipazione popolare oltre che naturalmente con la maggioranza assoluta al primo turno, senza la roulette di un'elezione all'assemblea nazionale del 15 dicembre. Il ripensamento di Prodi, che è andato a votare stamane, ha rinvigorito la partecipazione. L'ex-premier si è augurato che "vincitori e vinti facciano squadra". "Le primarie sono il momento dello scontro democratico, quello che io raccomando è che sia il vincitore sia quelli che perderanno abbiano l’obiettivo di fare una squadra, diretta da chi ha vinto, ma con gli equilibri e le mediazioni che rendono forte un partito politico" ha detto colui che viene considerato il 'padre nobile' del Partito Democratico. "Se il Pd si dimostra non rissoso e unito, con un programma comune studiato, discusso e approfondito non può che vincere; altrimenti non può che perdere". Il professore ha sottolineato l’importanza di un ricambio generazionale: "È ora che una nuova generazione venga avanti, lo hanno chiesto tutti, io l’ho fatto, credo che sia giusto e che sia stato anche gradito".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi