Letta, mangeremo il panettone anche l'anno prossimo e difende la Boldrini, l'indignata che si indignava

. Politica

Enrico Letta e' ottimista e negli auguri a palazzo Chigi, fa una previsione: "mangeremo il panettone anche il prossimo anno". Magari prima per prudenza e' meglio mangiare la colomba. "Non si votera' nel 2014 - spiega Letta - bisogna fare le riforme", ripetendo un concetto già sottolineato da Napolitano.  Poco prima aveva difeso la Boldrini, la presidentessa della camera volata a Johannesburg, con il suo compagno, con l'aero di Stato per l'estremo saluto a Mandela. Attaccata da Codocans e dal Giornale, la presidentessa si e' indignata: "Polemica sessista". Ma il povero Mastella che aveva fatto salire suo figlio su altro volo di Stato per andare a vedere il gran premio di Monza, e' stato messo alla gogna e costretto a difendersi davanti al Tribunale dei ministri. E tra chi criticava Mastella c'era anche la Boldrini e la sua parte politica. Per non tirare poi fuori la storia dei voli di Stato di Berlusconi. Insomma dipende evidentemente da chi sale sull'areo. Poi perché il compagno della Boldrini dovesse recarsi all'estremo saluto per Mandela e' tutto da spiegare. Ma Letta ha tagliato corto difendendola perche' "resta il pregiudizio sessista, indizio di un doppiopesismo palese, qualunque sia la matrice culturale". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi