Berlusconi senza passaporto non può andare al vertice del Ppe

. Politica

Il Ppe invita Silvio Berlusconi al vertice di giovedì' a Bruxelles, come capo dell'opposizione. Ma i giudici non gli danno il permesso di espatrio, dopo il ritiro del passaporto. I legali del Cavaliere si appellano ai trattati di Schengen, sulla libera circolazione, ma l'ultima parola spetta al giudice, che ha detto "no, le leggi in vigore non consento l'espatrio di un condannato". Il Cavaliere e' in attesa dell'affidamento ai servizi sociali, decisione che sarà presa in Primavera, dal Tribunale di sorveglianza. Con questa misura Berlusconi, non solo non potrà' andare all'estero, ma neppure spostarsi dalla regione, dove stabilirà' la sua residenza, se non per necessita' documentate. Intanto Berlusconi ha ufficializzato che non si candiderà' alle prossime elezioni. "Attenderò - ha spiegato - che venga annullato tutto quello che mi e' successo, ma i tempi sono lunghi". Berlusconi ha anche avuto con la decenza da senatore l'interdizione dai pubblici uffici per 6 anni. L'annuncio e' stato tuttavia accolto negativamente dai mercati. In calo Mondadori e Mediaset.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi