"Video porno con Silvio, filmato da Lavitola" (che torna in carcere), riferisce un imprenditore

. Politica

Non bastavano i tanti guai giudiziari e politici di Silvio Berlusconi, che si aggiunge una nuova puntata, che quanto a "fango", ne vale davvero tanto. Si tratta pero' di una cosa riferita da un imprenditore tal Capriotti ai giudici di Napoli, che la avrebbe appresa dallo stesso Lavitola e da un altro imprenditore, Velocci. Il racconto: "Lavitola mi ha detto di avere procurato delle prostitute, prima in Brasile e successivamente a Panama, e di avere piazzato delle telecamere nascoste per girare un bel filmetto porno, con protagonista, l'allora presidente del Consiglio italiano". E se fosse vero e' plausibile che abbia anche ben istruito le ragazze per rendere molto hard il filmato. Nella storia si inserisce l'altro imprenditore Velocci, che avrebbe raccontato sempre a Capriotti, di essere riuscito ad entrare in possesso dei duplicati dei filmini. Capriotti pero' sostiene di non avere visto le immagini. Intanto pero' Lavitola, lo spregiudicato faccendiere napoletano, e' tornato in carcere, dove si fermerà ben oltre le festività natalizie. L'accusa e' di tentata estorsione dell'Impregilo, per una storia di appalti a Panama. Dall'avvocato di Berlusconi arriva una secca smentita: "Tutto falso. Quando il Cavaliere, che era il presidente del Consiglio, e' stato a Panama ed in Brasile, ha avuto continui incontri ufficiali, con la costante presenza, giorno e notte, della sicurezza locale e di quella personale". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi