Renzi accelera, Alfano frena. E' scontro su unioni civili e sicurezza

. Politica

Renzi accelera i tempi: vuole risposte concrete dagli alleati di governo su legge elettorale, tagli ai costi della politica e riforme. Per il 7 gennaio pretende che siano messe sul tavolo le carte di tutti, altrimenti - lo fa capire chiaramente - rischia quel 'patto di coalizione' al quale sta lavorando il premier Letta per rinsaldare la maggioranza che lo sostiene. Se Berlusconi ha fatto sapere che approva le proposte del segretario Pd (tanto da far dire a qualcuno che è nato l'asse Pd-Fi, smentito però dai diretti interessati) ma insiste per l'election day il 25 maggio, Grillo per ora nicchia e guarda alle elezioni europee. E' il Nuovo Centrodestra però a frenare e Alfano ha stoppato Renzi su due proposte contenute nella lettera inviata ai segretari di partito: le unioni civili e la riforma della Bossi-Fini. "Non si può pensare alle unioni civili senza pensare prima alle famiglie" ha detto il vicepremier in un’intervista al Tg2, Anche sulla proposta riguardante la cancellazione della Bossi-Fini Alfano ha avuto da ridire: "Tra quelli che si sono cuciti la bocca al Cie di Roma alcuni avevano conti in sospeso con la giustizia. Con la sicurezza degli italiani non si scherza". Sulla legge elettorale invece il vicepremier si è detto d’accordo con il sindaco di Firenze: "Ok sulla tempistica della legge elettorale, va bene se a febbraio passa il primo sì alla Camera, e ci fidiamo non sia per anticipare voto". Per Alfano una accelerazione sulla riforma del sistema di voto non indebolisce il governo. "Anzi, lo rafforza perché se a maggio abbiamo la riforma elettorale e abbiamo avviato il superamento del bicameralismo ci presentiamo con risultati importanti".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




LE PAROLE DI RENZI - Proprio ieri il sindaco di Firenze e neosegretario del Pd aveva scritto ai partiti a proposito del prossimo patto di coalizione: «Il Pd chiederà che ci sia un capitolo “Diritti civili” che comprenda le unioni per persone dello stesso sesso». Nello stesso capitolo compaiono anche le modifiche alla legge Bossi-Fini sull’immigr

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi