Balla mezzo governo, i dubbi di Napolitano sul Letta bis, solo un paio di ritocchi

. Politica

Giorgio Napolitano sta cercando di mediare tra Letta e Renzi. Ma e' impresa non facile neppure per uno come lui. Quella che potrebbe essere una via d'uscita legge elettorale in cambio della durata di governo, non e' che entusiasmi Renzi. Anche perché' la riforma elettorale si deve comunque, ed al più' presto, fare. "Che noia..." ha detto il sindaco sul rimpasto dopo l'incontro con il capo dello Stato. Renzi vuole tenersi le mani libere e certo non vorrebbe mettere in campo suoi uomini per una nuova squadra di governo. Il suo pensiero e' semplice: "Governo avanti solo se fa. Quanto al rimpasto o Letta bis non e' roba mia. Spetta a Napolitano e Letta decidere, ma io non mi immischio, voglio solo cose concrete". Ed anche a Napolitano, Renzi ha parlato chiaro, come e' nel suo stile. A questo punto il presidente e' conscio delle pesanti difficoltà per una verifica della maggioranza dagli esiti tutt'altro che scontati. Visto anche che mezzo governo o forse più e' sotto tiro, a partire dai ministeri chiave del Tesoro, degli Interni, della Giustizia e degli Esteri. Ma nessuno e' sicuro del posto, a partire dalla De Girolamo, per passare a Giovannini o Zannonato. Con un simile quadro aprire una crisi anche se pilotata per fare un Letta bis, equivarrebbe forse ad un suicidio politico. Napolitano che tutte queste cose le sa bene sta cercando di mettere i suoi paletti. Sulla legge elettorale preferisce che Renzi tratti con Alfano e non con Berlusconi per non mettere a rischio la maggioranza delle piccole intese. E sul fronte governo auspica che Letta resetti la sua squadra in due tre posizioni, non di più. In questo modo infatti si chiuderebbe la faccenda con un voto di fiducia in Parlamento, senza quella crisi pilotata (da formalizzare con procedure inevitabilmente esposte a parecchi rischi), della quale si continua ad almanaccare a Montecitorio. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi